Aperitivo 2.0 post BTO ( buy tourism online )

Febbraio 15, 2010
Dotflorence

"I social network non sono nati per fare pubblicità, ma per far nascere relazioni"
Frase di Iabichino all'Aperitivo 2.0 alla Bibilioteca Oblate

Insieme ad un amico mi è capitato di scambiare due parole con un albergatore durante l'Aperitivo 2.0 alle Oblate sull'efficacia dei social network per il suo settore. Ci raccontava che era presente nei principali social media con l'account del suo albergo. Parlandoci emergeva la sua incredulità sull'efficacia dei social media per la sua attività "non ho mai ricevuto una prenotazione tramite Facebook e non credo che mai la riceverò, nonostante, - diceva - spenda un'ora tutti i giorni per aggiornare gli account!".
Approfondendo la discussione è emerso che il suo "aggiornare i diversi account" voleva dire pubblicare dei veri e propri post puramente pubblicitari.
Capite come mai ho iniziato il post con la citazione di Iabichino ?!
E' stato difficile trovare le parole giuste per spiegare all'albergatore che il metodo che utilizzava (potremmo chiamarla pubblicità 1.0) non era la via migliore (se non addirittura controproducente) per ottenere un feedback positivo attraverso quei canali.
I social media sono luoghi in cui si conversa, dove nascono e si mantengono le relazioni. Le persone vogliono socializzare e non ricevere sterili status prettamente promozionali. Chiunque sia presente nei social network deve stimolare una conversazione, e questo vale soprattutto per le aziende che spesso commettono questo tipo di errori: non si può pensare di fare solo pubblicità, si corre il rischio di venir subito additati come spammer.
Le aziende devono farsi intelligenti e, quando sono presenti nei social network, materializzarsi come una persona e non puntare subito al proprio pratico rendiconto.
Quando sono presenti in rete devono stare al gioco delle relazioni e ascoltare e discutere senza fare dello spam. Se sapranno tenere un comportamento adeguato e corretto, il loro indice di gradimento crescerà e chissà, magari un giorno, se dovessi mai consigliare un albergo sarà proprio di quell'albergatore con cui faccio delle belle chiaccherate su internet (magari su tematiche collegate con l'incoming e con il turismo) e non quello del gestore che pubblica solo aggiornamenti sui propri last minutes e sulle proprie offerte pubblicitarie ( che anzi magari prima o poi segnalerò come spammer!)
>> Leggi anche l'articolo sulle strategie 2.0 by DotFlorence.com
(Articolo by Paolo Epifani, Università Media e Giornalismo - guest blogger per DotFlorence Srl)

0 Condivisioni
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram