Nuovi finanziamenti 2021 per la digitalizzazione e l' internazionalizzazione di imprese turistiche ed e-commerce

Aprile 1, 2021
Andrea Fato

In risposta alle esigenze del mondo imprenditoriale, Startacrowd (società che da anni collabora con dotFlorence Srl) illustra le nuove opportunità da cogliere a livello provinciale, regionale e nazionale. Le agevolazioni sono rivolte a rilanciare gli investimenti a favore di iniziative di internazionalizzazione, innovazione digitale e ripartenza in sicurezza delle attività.

Partendo da iniziative promosse dalla Camera di Commercio di Firenze, in combinato con l’operato di tutte le Camere di Commercio nazionali, poniamo l’attenzione su tre bandi specifici per la ripartenza per le imprese aventi sede legale e/o operativa presso il Registro delle Imprese di Firenze:

1) “Ripartiamo con l’Internazionalizzazione”,
2) “Ripartiamo in Digitale”,
3) “Ripartiamo in Sicurezza
”. 

1) La prima agevolazione mira a rafforzare la capacità delle imprese di operare sui mercati internazionali, assistendole nell’individuazione di nuove opportunità di business nei mercati già serviti e nello scouting di nuovi o primi mercati di sbocco.
In particolare, la misura è rivolta a:

  • Sostenere il ricorso a soluzioni esterne finalizzate a rafforzare la presenza all’estero delle MPMI attraverso attività di predisposizione e realizzazione di iniziative legate ai mercati internazionali;
  • Incrementare l’utilizzo delle soluzioni digitali a sostegno dell’export delle imprese, in particolare lo sviluppo di iniziative di promozione e commercializzazione digitale;
  • Favorire interventi funzionali alla continuità operativa delle attività commerciali all’estero da parte delle imprese durante l’emergenza sanitaria da Covid-19.

Le imprese attive che hanno come obiettivo l’internazionalizzazione possono godere di un’agevolazione pari al 50% delle spese già sostenute escluso IVA (da un minimo di € 500,00) e quietanzate con sistemi tracciati di pagamento, fino ad un importo massimo di contributo pari ad € 1.500,00, oltre ad un bonus di € 100,00 per le imprese con il Rating di Legalità. Le spese ammissibili, direttamente correlate a fornitori esterni dalla compagine societaria e dal nucleo familiare dei soci, sono inerenti a:

  1. Spese per locazione degli spazi espositivi per la partecipazione a mostre/fiere, anche digitali, nel Calendario 2021, consultabile al link www.calendariofiereinternazionali.it;
     
  2. Spese per la partecipazione a fiere fisiche o eventi con finalità commerciali svolti all’estero (UE e Extra-UE), nonché fiere digitali con impatto internazionale;
  3. Spese per campagne di marketing digitale o di vetrine digitali in lingua straniera;
  4. Spese per lo sviluppo di canali di promozione e sviluppo all’estero;
  5. Spese per l’ottenimento o il rinnovo delle certificazioni di prodotto necessarie per l’esportazione in paesi stranieri;
  6. Spese per l’ottenimento o il rinnovo delle certificazioni di prodotto necessarie per l’esportazione in paesi stranieri;
  7. Spese per la protezione del marchio all’estero;
  8. Spese per la traduzione dei contenuti del sito in lingua straniera;
  9. Spese per realizzazione cataloghi/brochure/presentazioni aziendali in lingua straniera

Tutte le imprese attive possono accedere al contributo mediante presentazione della domanda tramite PEC a partire dal 25 Marzo 2021, presentando modulistica, titoli di spesa e quietanze di pagamento.

2) La seconda agevolazione, è un appuntamento ricorrente che intende promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle MPMI, di tutti i settori economici attraverso il sostegno alle iniziative di digitalizzazione, anche orientati ad approcci green.

Le imprese attive, che intendono acquistare o hanno già acquistato, beni e servizi strumentali funzionali o servizi di consulenza/formazione in ambito Industria 4.0 (come ad esempio interventi legati ad ambito di Cloud, Fog e Quantum Computing, Big Data e analytics, Intelligenza Artificiale, Blockchain, soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa, sistemi e-commerce, soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali ERP, CRM, MES, PLM, ecc., sistemi per lo smart working e il telelavoro, ecc.) possono usufruire di un contributo a fondo perduto pari al 70% delle spese ammissibili escluso IVA (da un minimo di € 3.000,00) fino ad un importo massimo di contributo pari ad € 6.000,00, oltre ad un premio di € 100,00 per i possessori di Rating di Legalità.

Le imprese sono tenute a verificare i requisiti dei fornitori ammissibili per i progetti, che dovranno aver maturato almeno un anno di esperienza negli ambiti tecnologici sopra descritti o dovranno essere inseriti tra i fornitori normalmente ritenuti idonei all’erogazione di servizi innovativi (Competence center, Incubatori Certificati, FABLAB, Centri di Trasferimento tecnologico, Start-Up Innovative, Innovation Manager). 

Tutte le imprese attive possono accedere al contributo mediante presentazione della domanda tramite procedura online mediante il sistema Webtelemaco di Infocamere-Servizi e-gov, dalle ore 8:00 del 29.04.2021, presentando modulistica, titoli di spesa e quietanze di pagamento.

3) La terza agevolazione è ideata per supportare le imprese negli investimenti idonei a far ripartire le attività, duramente colpite dalla crisi epidemiologica. In particolare, l’agevolazione si sostanzia in un contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese ammissibili IVA esclusa (da un importo minimo di € 500,00), fino ad un importo massimo di contributo pari ad € 2.000,00, oltre ad un premio di € 100,00 per i possessori di rating di legalità.
I contributi sono erogati a fronte di spese già sostenute prima dell’invio della domanda negli ambiti di: 

  • spese per la formazione del personale in materia di sicurezza dei luoghi di lavoro con riferimento al rischio epidemiologico;
  • spese per servizi di consulenza e specialisti inerenti alla sicurezza dei luoghi di lavoro;
  • spese per la ripartenza in sicurezza. 

In queste casistiche le imprese possono rendicontare investimenti effettuati per la formazione dei dipendenti, per l’aggiornamento del Documento di Valutazione dei Rischi, per studi, consulenze e servizi necessari alla ridefinizione dell’organizzazione degli spazi di lavoro. Oltre a ciò, vi rientrano spese per acquisto di dispositivi di protezione e sicurezza, spese per test sierologici e tamponi, spese per soluzioni disinfettanti per l’igiene delle persone e per la sanificazione degli ambienti, spese per interventi di igienizzazione degli ambienti, acquisto/noleggio di impianti, macchinari e attrezzature per igienizzare/sanificare in autonomia ambienti, strumenti e indumenti di lavoro. 

Tutte le imprese attive possono accedere al contributo mediante presentazione della domanda tramite PEC a partire dal 29 Aprile 2021, presentando modulistica, titoli di spesa e quietanze di pagamento. 

Tutti i bandi sopradescritti prevedono la retroattività delle spese sostenute a partire dal 01/01/2021

Queste e molte altre sono le agevolazioni a disposizione per le aziende che intendono innovarsi: il team di Startacrowd (in collaborazione con dotFlorence Srl) rimane a disposizione per ogni chiarimento e per l’elaborazione di piani di agevolazione economico-finanziari tagliati su misura per le imprese richiedenti.

Contattateci per organizzare subito una call e scoprire insieme tutte le opportunità a disposizione degli imprenditori Italiani!

Contatta il dotFlorence team (organizzeremo in brevissimo tempo un incontro con il team di consulenti di Startacrowd)!

Mail: info@dotflorence.com
Mobile: + 39 320 2989613

Articolo a cura di Andrea Fato - Founder StartACrowd

In collaborazione con:

0 Condivisioni
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram